Prime Stesure – N 3 – 02

, , commenti

Prime Stesure

Terzo mese della rubrica “Prime Stesure”, questa volta pubblichiamo un breve racconto di Matteo Garofalo, 22 anni, studente dell'Accademia di Belle Arti di Venezia, pittore e appassionato di scrittura.

Buona Lettura!

 

02

Gli occhi sono chiusi quella sera, mentre torna a casa, il mal di testa è forte, il corpo barcolla.
Non che questo serva a qualcosa, la nebbia a stento gli lascia riconoscere i suoi piedi.
Gli occhi affossati in palpebre rosse, come frutti in una torta alla crema.
I pensieri sono invisibili, fogli d' acetato  intorno alla sfera  nera della sua mente. 
Un profumo dolciastro, denso come il miele, grigio, stagna sul suo maglione d' alpinismo.
La giacca staziona ormai fissa sulla sedia dello studiolo.Non sente più nemmeno il freddo, dopo anni di smemorateza, fretta, stanchezza, che gli è costata troppe polmoniti.
Odore di freddo, fumo, solitudine, una cuore senza più sapore.

Sempre solo, sempre immerso, in apnea nel suo mondo.
Liscia e lenta cammina la sua strada sui suoi piedi.
La camicia è lisa sul collo e sulle maniche, macchie adornano la giacca sgualcita come le medaglie di un vecchi soldato finita la guerra.
Inutile.
I sacri fumi gli appesantiscono la testa, spruzzi e sprazzi di vecchi ricordi.
Un sacco in spalla, una vecchia spalla logora da freddo e stanchezza, da una vecchiaia iniziata troppo precocemente.
Eccolo aprire la porta di casa. Lui non si toglie la giacca in casa, gli piace il freddo dice ,si dice.
Si siede al solito posto davanti al suo tavolo, si toglie il giornale di tasca, e comincia a leggere che succede in quel suo mondo impazzito.
Il giornale porta la data del 6 novembre 2008.
Un giorno come tutti gli altri per lui e anche per il mondo, ma lui ha il coraggio di ammetterlo, il giornale invece grida “Il Mondo è cambiato!”.
Giornalisti ipocriti.
-Io quel giorno non ho mangiato, proprio come quello prima. Si dice guardandosi riflesso.

Passa un oretta nella penombra della stanza, chiude il giornale, poi si accascia e si addormenta sperando che quel sogno duri un eternita.
Sarà così.

 

livespace/gattolive1987

Leggi la puntata precedente!