Il nostro 420, Misha Arias

, , commenti

Misha Arias

HUNTINGTON BEACH, CA – Abbiamo deciso di festeggiare il 420. Ogni buon californiano festeggia il 420. Non potevamo essere da meno.
Sveglia alle 5:00, niente colazione, non oggi; tre ore di macchina di cui due in coda per superare l’ingorgo dalla 101 alla 405, principale causa di esaurimenti nervosi dei losangelini.

Arriviamo da Misha, conosciuto casualmente pochi giorni prima in spiaggia. Ci porta a vedere alcune spiagge di Huntington, località famosa per i campionati nazionali di surf, gli US Open. Misha vive qui da sei anni, ma è nato in Messico e tutti lo chiamano Mexican Rasta.
Lavora come shaper in un piccolo negozio di tavole, l’Underground Surfboards imbucato nella zona industriale tra Huntington e Newport, all’interno di un capannone che di negozi simili ne ha diversi. Lavorano sia per il mercato locale che per l’estero – durante la nostra visita stavano la preparando otto tavole dirette in giappone.  Ci vogliono un paio di minuti per adattarsi al forte odore di vetroresina usata per la copertura delle tavole. Misha e’ nella stanza per la rifinitura dei polistiroli, in cui le luci laterali sono installate per enfatizzare le imperfezioni dei modelli grezzi. Nel frattempo, il suo amico portoricano Jaime aspetta nella stanzetta adiacente, adibita a lounge, impegnato ad onorare le tradizioni.

Finito il turno, Misha ci invita a casa sua per un pranzo tradizionale; accettiamo volentieri, considerata la fame.
Anche Jaime vuole contribuire in cucina, ne nasce una sorta di sfida culinaria. Jaime punta al sostanzioso, preparando un riso saltato con gamberoni e olive, accompagnando con fagioli rossi e patate. Nel frattempo ci apriamo una birra, e lo osserviamo estasiati mentre affetta i platani per poi friggerli (e rifriggerli). Li serve con una salsa cocktail: spariscono velocemente. MIsha si tiene sul leggero, puntando sul proteico, dice che e’ la dieta perfetta per un surfista: soffrigge un macinato di pesce bianco con cipolle e peperoni, senza aggiungere sale o spezie. A parte, prepara una salsa composta da pomodori verdi, aglio, cipolla, cilantro e peperoncino, da versare sopra per il tocco di classe.

Peperoncini al mercato

Jaime ai fornelli

Platani fritti, aperitivo caraibico

Peperoni e cipolla, da aggiungere al macinato di pesce

La salsa, preparata con pomodori verdi, cipolla, aglio, cilantro e peperoncino

I fornelli

Ci salutiamo in spiaggia, guardando gli ultimi surfisti al tramonto.

Edoardo Vojvoda

Fotografie di Mattia Balsamini

Questa è una prima uscita del Blog Lifestyle di Matt&Harry, che pubblicherà da oggi in poi ogni settimana. Vi invitiamo a seguire le prossime uscite sul Blog.

wemakeitcool.wordpress.com