33 e 1/3 – Consigli per gli ascolti – N 21

, , commenti

33 e 1/3

Sweet 75 – Fetch (Sweet 75 – 1997 – DGC)

Sweet 75 - Fetch album copertina

A differenza di Dave Grohl che dopo l’esperienza Nirvana ha tenuto alto il successo con i Foo Fighters, Krist Novoselic, l’ex bassista dei Nirvana, ha continuato la carriera a livelli più bassi. Dopo la scomparsa di Cobain fonda il gruppo Sweet 75 assieme alla bassista e cantante Yva Las Vegas, di cui è venuto a conoscenza durante il compleanno della moglie la quale aveva assunto la cantante per l’intrattenimento durante il party. Tra i due nasce una collaborazione della quale Novoselic doveva inizialmente essere solamente produttore ma di cui ha successivamente preso parte come musicista. I due assieme ad altri strumentisti producono un album, che resterà l’unico, dalle sonorità che risentono ovviamente del passato grunge di Krist. Il lavoro non è eccezionale ma ottiene un discreto successo grazie al singolo “Fetch”, che anche a parer mio è il brano che traina l’album.

Yo!

Guarda il video!

James Holden  – Lump (The idiots are winning – 2006 – Border Community)

James Holden The Idiots are Winning copertina

James Holden è un Dj e produttore di musica elettronica inglese che ha pubblicato numerosi single e remix per diverse etichette quali Lost Language, Perfecto Recordings e Positiva Recordings. In seguito ha fondato la sua etichetta, “Border Community”, con la quale ha pubblicato il suo primo album, “The Idiots are Winning” nel 2006. La sonorità del disco è estremamente particolare, a tratti minimal, originale nella scelta dei timbri e delle quantizzazioni. Il pezzo “Lump” è un esempio della particolarità del disco che combina suoni Glitch con voci effettate e lead acidi e distorsioni di ogni genere.

Yo!

Guarda il video!

http://www.jamesholden.org/

Blur – Coffee & TV (13 – 1999 – Food Records, EMI)

Blur - 13 - 1999 album copertina

Questa canzone ce la ricordiamo tutti. Forse non tanto per la canzone in sè che è comunque uno dei capolavori dei Blur, ma anche per la storiella del cartoncino di latte animato e innamorato del latte alla fragola che ci mostra il video. Il singolo è tratto dal sesto album della discografia del gruppo British per eccellenza, accerrimi nemici degl’Oasis. L’album “13” si allontana come quello precedente, “Blur”, dalle sonorità caratteristiche del Brit Pop, e si sposta verso tratti più “alternativi” proponendo atmosfere malinconiche e brani introspettivi. Buon ascolto e buona visione.

Yo!

Guarda il video!

Regular John

Jupiter – “Stalighter” [Starlighter EP, Endless Summer Recordings, 2009]

Jupiter Starlighter copertina album

Quarles Baseden, Amélie de Bosredon sono gli Jupiter, rispettivamente tastierista/produttore e vocalist, francesi, una coppia bella non solo esteticamente ma anche musicalmente. L’affiatamento tra i due esce in questo pezzo stupendo in stile house-french con reminescenze 80′s che ha avuto un grande successo tanto da entrare nella compilation Valerie, che rappresenta un pò l’elite di chi spinge sempre generi old-school, ed è stata anche remixata dal nostro Bottin (bomba). Una voce non scontata ed una base fresh’n'styla!

Belli e bravi.

Guarda il Video

Jupiter Myspace

 

 

Black Sun Empire – “Bitemark” [Cruel & Unusual, Black Sun Empire, 2005]

Black Sun Empire - Cruel and Unusual copertina album

Neurofunk targato Olanda. Micha Heyboer, Milan Heyboer & Rene Verdult aka Black Sun Empire, iniziano il progetto musicale nel 2000, quando a Londra la techstep si era evoluta in Neurofunk, ossia una fusione di drum’n'bass, house-jazz e dark-ambient. Nel 2004 il primo album “Driving Insane”, a cui segue l’anno dopo il sampler definitivo: “Cruel & Unusual”. Il sound è un ricco impasto di influenze, dalla techno “arrugginita” di Dj Rush ai synth grassi e prepotenti alla Prodigy / Pendulum il tutto posato su una drum-line molto poco tribale, essenziale e metallica.

Evoluzione

Guarda il Video

Black Sun Empire Myspace

Electron – “The Victory” [Tides Of Darkness, Alpha Centauri, 2006]

Electron Tides of Darkness copertina

La corrente space-synth è un sottogenere dell’Italo-Disco, elettronica-dance anni ’80, caratterizzata da suoni, titoli ed artworks in tema spazio-cosmico. I pionieri di questo genere che ha avuto la sua massima espressione a fine anni ’80 sono i mitici Laserdance. A differenza di tanti altri che comunque hanno contribuito alla scena musicale (come Hypnosis, Proxyon, Koto) loro non si sono persi nei tentacoli dell’Italo-Disco (gli scandinavi non li freghi) e hanno tenuto botta senza scadere in pagliacciate. Il genere non è mai morto, e non si è neanche evoluto, sono rimasti gli stessi elementi musicali, solo che ora sono 50enni e panciuti e non si fanno neanche vedere in esibizioni live. In compenso ci sono label underground che in barba alle major snobbone portano avanti lo space-synth prodotto da quella che ormai è una comunità intergalattica. Una di queste label è la Alpha Centauri, che appunto comprende nel suo roster gli Electron, un duo che personalmente ritengo l’unica vera discendenza meritevole dei Laserdance.

Space-Synth never die.

Guarda il Video

Electron Official site

 

 

David Freeman

Leggi l’articolo precedente! successivo!